Corto maltese

Corto maltese

lunedì 13 luglio 2020

MantraCovid19


Quello che stiamo vivendo è un periodo che ha stravolto il mondo, non ho interesse a parlare di da dove sia arrivato questo virus, se sia di origine animale o un esperimento sfuggito di mano o un esperimento volutamente lasciato diffondere perchè noi poveri mortali non lo sapremo mai, siuramente ci sono molti punti oscuri e probabilmente le multinazionali farmaceutiche hanno contribuito ma è una mia opinione, niente di più; non voglio parlare di come il governo ha gestito l'emergenza, sicuramente ha commesso degli errori ma era inevitabile e mi sembra che, a dispetto di altri paesi, l'Italia, per una volta, si sia comportata decentemente, non voglio poi parlare degli italiani, del popolo italiano, sempre pronto a fare polemiche anche quando non ce né proprio bisogno.
Altro che : "Ne usciremo migliori"..... A parer mio durante questo periodo è venuta fuori anche la merda dai tombini........Andrà tutto bene??? Ma sto cazzo.....Semmai ne usciremo e ci rialzeremo ma non andrà tutto bene perchè è morta molta gente e l'economia è in ginocchio.
Mi vergogno un pò a dirlo ma il lockdown per me e la mia famiglia è stato un periodo bello, non vorrei essere frainteso, eravamo preoccupati per la situazione ma vivendo noi in un posto di mare pieno di gente d'estate e desolato d'inverno (ci vivamo in 20 persone in inverno mentre d'estate ci saranno almeno 3000 persone) a noi non è cambiato molto, a parte che non potevano andare in spiaggia.
Ci si svegliava senza sveglia, con calma, facevo yoga, mi preparavo un bel caffè lungo e leggevo per un'ora, poi se il tempo era bello andavo in giardino coi bimbi a fare esercizi con elastici, corda e pesi, si preparava il pranzo poi sbrigavo le faccende di casa, mi guardavo un film e facevo un'ora e mezza di rulli o correvo in giardino (sono riuscito a fare 13km su un percorso di 150mt...DU PALLE!!!), alla sera cena poi film o gioco di società..... insomma a dispetto di quei poveretti che vivono murati nei condomini non potevamo di certo lamentarci......poi a parte le prime due settimane, ho sempre lavorato due/tre giorni a sett, chiuso nel mio laboratorio, solo, a fare le torte; le strade deserte, arrivavo al lavoro e tornavo in tempi molto più brevi del normale....tutto surreale ..... ma mi permetteva cmq di staccare dalla routine del lockdown.
Stavo dimenticando di parlare del mio "stupendo" fine/inizio anno perchè oltre al Covid19 di quest'anno ricorderò anche che il 31 dicembre sono caduto e mi sono rotto lo scafoide, ma non finita.....dieci giorni dopo cado di nuovo in casa e mi rompo tre costole (due scomposte), un mese e mezzo seduto (steso non riuscivo a stare) sul divano praticamente immobile, dopo questo mese e mezzo ricomincio facendo un pò di rulli, poi dopo un altro mese inizio a correre e nuotare, peccato che dopo 10 giorni sia iniziato il lockdown...che sfiga direte.....si ma c'è dell'altro....finito il lockdown, esco in bici, primo giorno e dopo 40km mi investono....insoma è il mio anno...se cadrà un meteorite sulla terra cadrà sopra di me! :-)))
Adesso ho ripreso ad allenami con continuità, ovviamente non posso avere grandi aspettative......e sinceramente spero che l'IronMan di Cervia non lo facciano, oramai sono iscritto e mi toccherebbe farlo ma preferirei rimandare all'anno prox...vedremo.

Nessun commento:

Posta un commento